Ultime notizie

Nuovi incentivi per il fotovoltaico con accumulo: i bandi in Veneto e Lombardia.

Le prime due regioni italiane per autoconsumo solare hanno pubblicato nuovi bandi volti ad agevolare chi sceglie il fotovoltaico con accumulo.

L’Italia è sempre più proiettata verso l’energia rinnovabile.

Il nostro è il terzo Paese in Europa per consumi energetici da risorse rinnovabili, con circa l’11% di tutta l’energia da fonte rinnovabile consumata nell’Ue, ed è uno dei Paesi del mondo con le maggiori opportunità nella produzione di questo tipo di energia, grazie al fatto che possiede tutte le risorse (sole, acqua, vento) e queste sono diffuse su tutto il territorio.

Tutti i Comuni italiani possiedono almeno un impianto alimentato da fonte alternativa e sostenibile: in particolare negli ultimi anni sono cresciute le installazioni di fotovoltaico, soprattutto per quanto riguarda gli impianti di tipo residenziale.

Le prime due regioni per autoconsumo solare sono la Lombardia e il Veneto, e proprio qui in estate sono stati aperti dei nuovi “Bandi accumulo” finalizzati a supportare l’installazione di batterie per i piccoli impianti fotovoltaici.

Il Bando accumulatori in Veneto.

Con il “Bando di incentivazione dei sistemi di accumulo” indetto dalla Regione Veneto, chiuso lo scorso 31 luglio, sono stati messi a disposizione 2 milioni di euro a fondo perduto, da destinare a soggetti privati residenti in Veneto, per l’acquisto e l’installazione di sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici al fine del contenimento del consumo energetico.

Nel dettaglio gli incentivi sono finalizzati alla copertura del 50% delle spese sostenute per la realizzazione del sistema di accumulo fino ad un massimo concedibile pari a 3.000 euro; pertanto il bando dovrebbe coprire circa 700/800 impianti.

Il bando vale per i sistemi di accumulo di tipo domestico, quindi connessi ad impianti fotovoltaici < 20 kWp realizzati nel 2019, per spese sostenute o da sostenere a decorrere dal 1 gennaio al 13 dicembre.

Il Bando accumulatori in Lombardia.

In Veneto il Bando per gli accumulatori è alla sua prima edizione, mentre in territorio lombardo le agevolazioni per chi sceglie la strada delle energie sostenibili non sono una novità.

La Regione Lombardia infatti ripropone per la terza volta l’incentivazione all’autoconsumo di energia rinnovabile attraverso il bando di contributi per la diffusione dei sistemi di accumulo di energia elettrica da impianti fotovoltaici, destinato esclusivamente alle utenze domestiche.

È rivolto a privati cittadini residenti in Lombardia che hanno già installato un impianto fotovoltaico o che sono intenzionati ad acquistarlo integrato con sistemi di accumulo di energia elettrica, con il preciso obiettivo di aumentare l’autoconsumo di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili locali.

Il nuovo Bando Accumulo 2019-2020 mette a disposizione 4,4 milioni di euro, prevedendo una doppia finestra temporale per l’erogazione dei contributi su due anni, per il 2019 e il 2020.

La domanda di contributo, firmata digitalmente dal richiedente, deve essere presentata esclusivamente online tramite la piattaforma “Bandi online” raggiungibile all’indirizzo http://www.bandi.servizirl.it.

Per poter accedere ai bandi è necessario essere registrati e validati a sistema, attraverso tre modalità alternative:

  1. tramite smartcard, per cui è necessario il lettore di Smart card, la tessera sanitaria CRS o CNS abilitata con pin e il sistema di gestione “CrsManager”, disponibile sul sito http://www.crs.regione.lombardia.it;
  2. tramite SPID, per cui l’utente deve essere già in possesso delle credenziali (nome utente e password) SPID, che permettono l’accesso a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione. Per informazioni è possibile consultare il sito istituzionale di riferimento https://www.spid.gov.it;
  3. tramite codici personali (username e password). Una volta autenticati il sistema apre l’Home page di Bandi online dalla quale è possibile cercare il Bando Accumulo 2019-2020.

La procedura online per fare domanda prevede tempistiche differenti per sistemi di accumulo già installati (Tipologia A) e sistemi di accumulo da acquistare e installare (Tipologia B), ed è disponibile secondo il seguente calendario:

  • a partire dalle ore 10.00 di lunedì 8 luglio 2019 fino alle ore 12.00 di venerdì 6 settembre 2019 per la Tipologia A;
  • a partire dalle ore 10.00 di lunedì 9 settembre 2019 fino alle ore 12.00 di giovedì 31 dicembre 2020 (e/o fino ad esaurimento delle risorse) per la Tipologia B.

Dal 1 gennaio 2021 il sistema non sarà più operativo e, di conseguenza, non sarà più possibile protocollare l’eventuale domanda di partecipazione inserita ma non ancora inviata.

Inoltre, a seconda che l’impianto sia già stato installato o che sia ancora da installare, la richiesta deve essere accompagnata da una specifica documentazione che puoi consultare nel dettaglio al paragrafo C.2.1. Dati e allegati richiesti del Bando.

Se hai intenzione di installare un impianto fotovoltaico con accumulo e hai bisogno di altre informazioni su questi bandi o vuoi scoprire quali sono gli incentivi per te, contattaci!

Noi di Alternativa Impianti sapremo darti tutte le indicazioni di cui hai bisogno ed illustrarti le soluzioni più adatte alla tua casa, fornendoti senza impegno una consulenza personalizzata su misura per te.

Ti aspettiamo!

PS: Ecco altri articoli che potrebbero esserti utili:

Buona lettura!

Il mondo dell’energia sta cambiando, RIMANI AGGIORNATO!

Fotovoltaico, sistemi di accumulo, monitoraggio, ottimizzatori, domotica, mobilità elettrica, normative, incentivi e contributi..

Il mondo della produzione e del consumo di energia sta cambiando velocemente, rimani aggiornato con la nostra newsletter.

1
Ciao,
posso aiutarti?
Powered by