caldaie tipi e funzionamento

Caldaie: come funzionano e in base a quali parametri si classificano.

L’impianto di riscaldamento è composto da sistemi di produzione di calore (come la caldaia) e da sistemi di trasmissione del calore (come i termosifoni). Vediamo come funziona una caldaia e in base a quali criteri si classifica.

La caldaia trasforma l’energia prodotta da un determinato combustibile in calore, per poi distribuirlo sotto forma di acqua o di aria calda in tutti gli ambienti attraverso un sistema di tubi o di radiatori.

I principali elementi che compongono una caldaia sono:

  1. il bruciatore: qui il combustibile (gas, gasolio, legna) si miscela all’ossigeno e innesca la combustione. Il calore prodotto riscalda l’acqua nello scambiatore di calore;
  2. lo scambiatore, che diffonde il calore in tutto l’impianto della casa: maggiore è l’efficienza di questo elemento della caldaia, maggiore è il risparmio energetico, perché si riduce il fabbisogno di combustibile necessario per riscaldare l’acqua che circola nell’impianto termico;
  3. il pannello di regolazione, che serve ad assicurare il funzionamento ottimale, controllando tutti i componenti dell’impianto di riscaldamento.

Una caldaia può essere classificata in base a vari parametri; i principali sono:

  • Luogo di installazione, esistono infatti caldaie da interno o da esterno
  • Tipo di installazione: fissa, semifissa, locomotiva o locomobile
  • Modo di circolazione dell’acqua: che distingue le caldaie a circolazione naturale da quelle a circolazione forzata
  • Tipo di tiraggio dell’aria: caldaie a camera stagna, a camera aperta, a bassa temperatura, ad alta temperatura
  • Potenza termica nominale
  • Tipologia di combustibile: a gas, a metano, a gpl, a gasolio, a pellet, a legna, ecc.
  • Tecnologia di scambio impiegata: caldaie a condensazione o tradizionali
  • Classe di efficienza energetica.

Chi desidera installare una nuova caldaia, deve conoscere tutte queste caratteristiche del prodotto che intende acquistare, in modo da fare la scelta giusta per le proprie necessità di riscaldamento.

Facciamo qualche esempio…

La caldaia murale.

La caldaia murale, appunto installata al muro, è abbastanza compatta e questa caratteristica la rende particolarmente adatta per l’uso domestico.
Deve essere collocata all’esterno dell’abitazione o in appositi locali areati quando si tratta di una caldaia a camera aperta con canna fumaria a tiraggio naturale (che preleva dall’ambiente in cui è installata l’aria che serve per la combustione). Invece se è a camera stagna a tiraggio forzato (in cui il prelievo e l’espulsione dell’aria avvengono direttamente dall’esterno) può essere installata anche all’interno della casa.

La caldaia a biomassa.

La caldaia a biomassa è alimentata dai residui provenienti della lavorazione del legno e della carta; è più ingombrante rispetto a quelle tradizionali ma molte famiglie scelgono questa tipologia di riscaldamento perchè il risparmio in termini di consumo energetico è notevole e le emissioni inquinanti sono molto inferiori rispetto ad una caldaia a gasolio.

La caldaia a condensazione.

La caldaia a condensazione è una caldaia a gas che ha la caratteristica di condensare il vapore acqueo dei fumi di scarico in modo da recuperare l’energia data dal calore latente, riuscendo a sfruttare il calore prodotto dalla combustione in maniera più efficace. Infatti nella caldaia tradizionale i gas di scarico risultanti dalla combustione passano normalmente nella canna fumaria, così che l’energia contenuta nei fumi del gas di scarico viene persa.

Nella tecnologia a condensazione invece questi gas vengono recuperati prima della loro espulsione e utilizzati per preriscaldare l’acqua che ritorna dai radiatori, in modo da ricavare altra energia, a sua volta immessa nel circuito di riscaldamento.

È un prodotto dalle prestazioni molto buone e affidabili, che porta una serie di vantaggi, tra i quali una notevole riduzione di emissioni di ossidi di azoto e monossido di carbonio (circa il 70% in meno rispetto alle caldaie tradizionali) e un risparmio immediato di circa il 40% sui consumi di gas metano.

La scelta del giusto impianto di riscaldamento è essenziale per riscaldare la propria casa in modo adeguato nella stagione invernale, limitando le spese e lo spreco di energia.

Se stai pensando di rendere più efficiente la tua casa installando un prodotto evoluto, è il momento giusto! Anche per il 2019 sarà possibile usufruire degli incentivi fiscali offerti dal Bonus Caldaia, scopri di più cliccando qui.

Contatta Alternativa Impianti per trovare il prodotto di qualità più adatto alle tue esigenze: grazie alla nostra esperienza, ad un servizio “Chiavi in mano” e alla collaborazione di tecnici qualificati sarai assistito a 360°.

Ti aspettiamo!

 

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *